Iran

Credo che se me lo avessero detto non ci avrei creduto e forse ero anche io titubante nel rispondere alla classica domanda:" Ma in Iran cosa vai a vedere?" Credo pure che se avessi sentito qualcuno parlare dell'Iran al ritorno da un viaggio non avrei creduto ai racconti, agli episodi di vita, alla bellezza dei luoghi e soprattutto della gente. Avrei pensato a chissà quale raggiro in atto (stile pacco, doppiopacco e contropaccotto), se avessi saputo che la gente ti ferma per strada, ti sorride, ti parla e addirittura ti regala qualcosa. Avrei pensato a chissà quale film di fantascienza se mi avessero detto che ci sono i parchi, le giostre per i bambini e le strade "come da noi" (come se noi fossimo l'unità di riferimento per la perfezione). Invece ho avuto la fortuna di poter vedere e vivere queste cose con i miei occhi e con il mio cuore e riesco ora a poter dire che l'Iran è stato uno dei posti più belli che io abbia mai visto e che consiglierei in assoluto.......MA.... ...poiché generalmente sono i turisti a rovinare i luoghi e le persone e credo che l'Iran non si meriti questo, rivolgo a tutti l'invito di non considerarlo mai fra le mete possibili di viaggio, di preferire una calda spiaggia soleggiata o un paese "civile", in Iran non c'è niente, è pericoloso, sono musulmani, bisogna stare attenti ad ogni angolo, le condizioni non sono affatto sicure per noi occidentali e queste foto sono dei fotomontaggi perché in Iran non c'è niente da vedere!!